Il paese e le isole

Il paese si trova su un promontorio sovrastante il lago di Bolsena. 

Quinto lago d'Italia per superficie e primo di origine vulcanica, in esso emergono due isole: quella BISENTINA, la maggiore (oltre 15Ha di terreno) e quella MARTANA, la piu' piccola (circa 10Ha di terreno) entrambe ricche di storia e di leggenda.

Capodimonte è situato sul versante Sud-Ovest, dotato di un lungolago di circa 2Km, un litorale fiancheggiato da una via alberata di Olmi e platani secolari oltre che da stupendi pioppi e tigli, mirabilmente guarnite da siepi ed aiuole. Il centro storico con le sue case arroccate su una sottile e scoscesa penisola, presenta uno dei paesaggi piu' pittoreschi del lago. Ripassando mentalmente la visione della zona notiamo "in primis" il Castello Farnese, a pianta ottagonale. Edificato sopra una precedente struttura fortificata, fu progettato da Antonio S.Gallo il Giovane, intorno al 1650. Attigua al Castello sorge la "Colleggiata di S.Maria Assunta in Cielo", decorata con stucchi attribuiti alla scuola del Vignola. Di grande valore artistico attribuita a Sebastiano Conca è la raffigurazione su tela di S.Maria delle Grazie, venerata all'intero paese. 

Oltre al così detto "Palazzaccio", fatto edificare per coprire almeno in parte il bellissimo panorama che si può scorgere dal Castello Farnese, è da visitare il curioso "Presepe sommerso", le cui statue di cemento sono collocate a 4 metri di profondità ma possono essere scorte anche dalla superficie. 

In agosto da non perdere la Sagra del "Coregone" con degustazione dell'ottimo pesce locale; musica e giochi popolari fanno da cornice al gran finale di fuochi artificiali.

LE ISOLE

La stupenda vista della Bisentina, arricchita da sette cappelle semidistrutte allieta e coinvolge lo sguardo del passante o del visitatore. La prima Cappella che si incontra è quella del "Crodifisso", affrescata con dipinti del '400. Il piccolo tempietto che si vede arrivando in barca è stato realizzato da Antonio S.Gallo il Giovane. 

Bellissime da visitare sono anche le chiese di S.Giacomo e Cristoforo realizzate dal Vignola. Dal Porticciolo partono traghetti che arrivano in circa 10 min. a destinazione, essendo però privata per visitarla bisogna munirsi dell'apposito permesso.

 

 

Altrettanto pittoresca è l'Isola Martana, quell'enorme roccione a picco sull'acqua può essere preso ad esempio di quanto varie e differenti sono le rive del nostro azzurrissimo lago. Storia e leggenda si intrecciano attorno a questo masso pietroso. Ricordate soprattutto per la tragica vicenda di Amalassunta, figlia di Teodorico e regina dei Goti, che qui venne fatta uccidere dal cugino Teodato; rimangono ancora nell'isola i resti della torre in cui venne tenuta prigioniera. 

Anche questa è privata e per visitarla bisogna munirsi del permesso rilasciato dal Comune di Marta.